Costruire un portafoglio di successo

Costruire un portafoglio di successo non significa solo scegliere buoni investimenti.

In questo post, introdurremo alcuni passaggi essenziali per costruire un portafoglio vincente e mantenerlo in buona forma.

Proprio come la costruzione di una casa inizia con un progetto, avrete bisogno di un modello per il vostro portafoglio.

Un progetto indica la struttura, la forma e la dimensione di una casa e le sue caratteristiche specifiche per soddisfare le esigenze dei suoi futuri proprietari.

Allo stesso modo, il vostro portafoglio dovrebbe soddisfare le vostre esigenze specifiche.

Da dove iniziare?

Il miglior punto di partenza quando si pianifica un portafoglio è concentrarsi sul proprio obiettivo di investimento.

Fonte: Internet

State investendo per la pensione, per l’educazione di dei vostri figli o per una casa di vacanza?

Qualunque sia il vostro obiettivo, sarà quella la vostra guida. Vi dirà per quanto tempo investire (il vostro orizzonte temporale) e quanto del vostro investimento potrete mettere a rischio.

Come scegliere l’allocazione?

Che percentuale scegliere tra contanti, obbligazioni e vari tipi di azioni? Una regola empirica è usare la vostra età come guida. Ad esempio, se avete 33 anni, lasciate il ​​33% del portafoglio in contanti e obbligazioni e investire il resto in azioni.

Fonte: Internet

Noi di BullsandBears.it non amiamo in ogni caso le regole fisse e crediamo che non esistano ricette uguali per tutti.

Alcuni investitori potrebbero trovare questa allocazione troppo prudente. Altri potrebbero scoprire che è troppo aggressiva per il loro particolare obiettivo.

Ricordatevi sempre di comprendere queste regole e utilizzarle come linee guida, ma di adattarle ai vostri fini e ai vostri obiettivi

Iniziate controllando l’asset allocation del vostro portafoglio. Se non corrisponde all’asset allocation del progetto che avete in testa, spostate le risorse tra fondi e azioni per adattare il mix.

Nella fase di ribilanciamento sareste costretti a vendere e comprare strumenti finanziari. Fate molta attenzione ai costi delle transazioni; ad esempio se vendete azioni su cui state guadagnando potreste essere costretti a pagare imposte sul capital gain; allo stesso modo se poi decidete di comprare fondi comuni potreste andare incontro a commissioni di ingresso anche elevate.

Fonte: Internet

Controllate se avete investimenti duplicati; sembra banale ma succede più di quanto non crediate.

Successivamente, eliminate gli investimenti superflui. Se si dispone di tre fondi che investono in small cap, ad esempio, probabilmente non sono tutti ugualmente buoni.

Grazie a strumenti online come quelli offerti da Morningstar potete controllare quale fondo ha le spese più basse o il rendimento più alto nel medio periodo, nonché un profilo di rischio / rendimento a lungo termine.

I report di analisi possono fornire informazioni sui punti di forza e di debolezza dei fondi.

Pianificate un momento per riequilibrare il tuo portafoglio

Avete definito il vostro progetto di investimento e avete creato un portafoglio che risponde ai vostri obiettivi.

Ora dovrete assicurarvi periodicamente che continui a soddisfare i vostri obiettivi e le vostre esigenze.

Per fare ciò dovrete periodicamente riequilibrare i vostri investimenti, soprattutto se i vostri obiettivi e il vostro profilo di rischio cambieranno nel tempo.

Fonte: Internet

Le azioni tenderanno ad avere un rendimento più alto delle obbligazioni o dei contanti nel lungo periodo. Pertanto, dopo un certo periodo di tempo le azioni probabilmente avranno nel vostro portafoglio una percentuale più alta rispetto a quanto avevano nel vostro progetto originale.

Ma le azioni sono investimenti più rischiosi delle obbligazioni, quindi il portafoglio diventa più rischioso con l’aumento della posizione azionaria.

Questo è il motivo per cui è importante riequilibrare e ripristinare il proprio portafoglio al suo schema originale.

Ricordate inoltre che l’età potrebbe influenzare la composizione del vostro portafoglio, il vostro portafoglio dovrebbe diventare più prudente man mano che vi avvicinate all’obiettivo.

Monitorate i vostri investimenti

Oltre a ribilanciare il portafoglio, vi consigliamo di tenere d’occhio gli investimenti che lo compongono.

Ad esempio se avete investito in fondi comuni, assicuratevi rimangano nella stessa categoria; se lo stile di un fondo è cambiato radicalmente, il fondo potrebbe non soddisfare più le vostre esigenze.

Esaminate il rating di categoria del fondo: è ancora competitivo? Fate attenzione anche ai cambiamenti del gestore.

Se  invece avete investito in azioni, tenete d’occhio il prezzo ma anche la redditività, la salute finanziaria e le prospettive di crescita sono importanti dell’azienda.

Ricordate, quando comprate azioni, non state comprando pezzi di carta ma piccoli “pezzi” di aziende del mondo reale.

Comportatevi esattamente da proprietari: comprendetene il business, le strategie, i punti di forza e debolezza e decidete se il prezzo che pagate è inferiore o meno al valore intrinseco della società.

Qualche commento finale.

Abbiamo analizzato i principali passi per costruire un portafoglio di successo che risponda ai vostri obiettivi e alle vostre esigenze.

Definite un progetto, scegliete una allocazione di portafoglio coerente e monitorate costantemente se il portafoglio è in linea con le vostre aspettative.

Apportate modifiche quando necessario, senza farvi prendere dalla frenesia del “vendi e compra” che spesso erode i rendimenti a causa dei costi di transazione.

Ora non vi resta che mettervi al lavoro, buona fortuna!

Alla prossima

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *