La mappatura del settore è uno degli aspetti più rilevanti dell'identificazione di un vantaggio competitivo

LA MAPPATURA DEL SETTORE

Continuiamo la narrazione relativa ai moat (fossati), ovvero i vantaggi competitivi che proteggono le aziende dalla concorrenza dei peers di settore, affrontando la mappatura del settore di appartenenza di una società.

L’argomento appare ancor più di attualità, dopo la polemica di Elon Musk  che nell’ultima earning call ha definito i moat “noiosi”, e ha ipotizzato che un sostenuto ritmo di innovazione sia preferibile per l’affermazione di un’azienda.

Naturalmente il guru di Omaha – Warren Buffett – è di opinione diametralmente opposta

Continua a leggere

La trimestrale di Tesla: il buono, il brutto e il “cattivo”

Ancora una volta, come oramai succede da diversi trimestri a questa parte, Tesla ha presentato una trimestrale con risultati negativi in termini di utili (-4,09 $ ad azione) e free cash flow.

Analizziamo in questo post gli elementi che ci sono piaciuti (pochi), quelli che non ci hanno entusiasmato (molti di più) con alcune note di colore sulle risposte irritate di Elon Musk agli analisti finanziari che lo incalzavano su alcuni elementi del business della società.

Continua a leggere

Netflix: la trimestrale ai raggi X

Abbiamo già scritto del “fenomeno” Netflix (NFLX) in diversi altri nostri post, e di come riteniamo che il titolo sia attualmente sopravvalutato.

Qualche giorno fa, l’azienda di Reed Hastings ha presentato i risultati del Q1 2018 che sono stati accolti dalla comunità finanziaria con grande entusiasmo tanto che il giorno successivo il titolo ha guadagnato circa il 10%.

In questo post analizzeremo i numeri della trimestrale e alcune dichiarazioni della “earning call”, che in ogni caso non modificano la visione di lungo periodo che abbiamo della società e del suo business.

Continua a leggere

Netflix: valutazione del business model tra utili contabili e flussi di cassa

Abbiamo già parlato di Netflix (NFLX) in alcuni dei nostri post precedenti, commentandone la storia, il business model e la performance in Borsa.

Dopo la presentazione dei risultati del Q4 2017, l’azione ha avuto l’ennesima impennata con le quotazioni che hanno superato i 300 $ ad azione grazie ad un rialzo superiore al 40% in appena 2 mesi.

Davvero il prezzo attuale riflette il valore intrinseco? Cosa può aspettarsi chi ha recentemente acquistato l’azione a questi prezzi?

Discutiamo in questo post delle prospettive attuali e future di Netflix mettendo in relazione il business model e la sua valutazione in Borsa.

Continua a leggere

L' analisi di settore è uno dei punti cardine nella valutazione del vantaggio competitivo

ANALISI DI SETTORE

Dopo le prime puntate introduttive, parliamo di analisi di settore all’interno della serie “I vantaggi competitivi: come identificare un moat (fossato)“.

Non è difficile capire quanto l’analisi di settore sia importante; meno semplice è comprendere in che proporzione impatta la performance aziendale, rispetto agli effetti che derivano dall’azione sul mercato sviluppata direttamente dalla singola impresa.

Continua a leggere

Consigli per investitori inesperti: costruire un fondo di riserva

Nel nostro percorso personale di investimento è importante mettere da parte i soldi in un fondo di emergenza prima di iniziare a investire.

In questo post tratteremo alcuni suggerimenti su come costruire un fondo per le emergenze, di quale entità e per quanto tempo tenerlo in piedi.

Continua a leggere

O'Leary ha una strategia di investimento tutta particolare
,

Perchè Kevin O’Leary si rifiuta di spendere 2 dollari e 50 per una tazza di caffè

Kevin O’Leary – chairman degli ETF O’Shares – ha investito centinaia di migliaia di dollari in startup (rigorosamente non hardware) e micro imprese nel corso della sua partecipazione al business reality “Shark Tank” di ABC.

Dopo aver letto una sua recente intervista, BullsandBears ha pensato di cogliere la filosofia sottostante il modus investendi di O’Leary e condividerla.

Tutto nasce dal fatto che lo “squalo” ha identificato un’attività alla quale si rifiuta di lasciare i suoi dollari, tanto duramente guadagnati: i coffee shops.

Continua a leggere

Consigli in pillole per investitori inesperti: volatilità e rischio

Inutile negarlo, gran parte di ciò che succede nelle nostre vite è una questione di scambio.

I mariti sono disposti a tollerare un pomeriggio all’Ikea in cambio di una domenica sul divano a guardare partire di calcio.

I bambini sono disposti a fare qualche lavoretto in cambio di una paghetta più alta. E i genitori sono più tolleranti sull’orario di rientro dei figli la sera se questi si comportano bene.

Anche negli investimenti esiste la medesima logica.

In questo caso lo scambio (o come si definisce in finanza, il trade off) è tra rischio e rendimento. Ottenere un ritorno sull’investimento significa accettare il rischio, almeno in una certa misura.

Approfondiamo in questo post la nozione di rischio per aiutarvi a capire quale rischio siete disposti a tollerare in relazione al rendimento che desiderate ottenere.

Continua a leggere

Consigli in pillole per investitori inesperti: reperire le informazioni

Nei post precedenti abbiamo parlato dell’approccio all’investimento azionario e del fatto che quando acquistiamo una azione stiamo comprando un pezzo della società.

Per poter prendere corrette decisioni di investimento è necessario tuttavia raccogliere ed analizzare tutte le informazioni necessarie.

In questo post discuteremo come trovare in maniera veloce ed efficace le informazioni di cui abbiamo bisogno.

Continua a leggere

Il Bitcoin tra prezzo e valore

Abbiamo già parlato in un post precedente del Bitcoin e dei suoi meccanismi di funzionamento.

In questo post proveremo ad analizzare le sue caratteristiche discutendo delle posizioni di chi lo considera una vera rivoluzione nel mondo della finanza in opposizione a chi lo declassa a mera bolla speculativa. Continua a leggere