Consigli in pillole per investitori inesperti: i primi passi come investitori

Abbiamo parlato in alcuni nostri post di quanto sia importante il fattore tempo negli investimenti.

ll momento in cui iniziate a risparmiare ed investire è importante quanto la quantità di denaro che decidete di investire.

Per beneficiare veramente della magia dell’interesse composto, è importante iniziare a investire presto.

I guadagni generano guadagni, che a loro volta generano guadagni ancora più grandi.

Per questo, dovremmo iniziare ad investire non appena abbiamo disponibilità di alcuni risparmi, che siano i primi stipendi dopo la laurea o ancora meglio il frutto di qualche lavoretto straordinario durante gli studi.

Di seguito riportiamo alcuni semplici consigli per chi decide di iniziare questo percorso.

Preparati per la maratona, non per lo sprint.

Una volta entrati nel mondo del lavoro la tendenza è quella di rapportarsi in maniera competitiva con i propri coetanei: ci si confronta con chi ha ottenuto il lavoro più redditizio, chi ha acquistato prima una casa e così via.

In realtà questi confronti non sono predittivi: chi inizia la corsa con un ritmo più veloce non sempre vince la maratona nel lungo periodo.

E in ogni caso, sviluppando il confronto con le persone che pensiamo stiano facendo meglio di noi non è di aiuto al nostro benessere finanziario, secondo una ricerca di Morningstar.

In seguito a un sondaggio di diverse centinaia di persone, lo studio conclude che “frequenti confronti verso l’alto … sono associati a maggiori stress finanziari, minore soddisfazione, minori risparmi e sensazioni complessivamente più negative sulla propria vita finanziaria“.

Invece, la ricerca ha concluso che gli intervistati con un modello di ruolo finanziario avevano maggiori probabilità di sentirsi sicuri della propria capacità di raggiungere i loro obiettivi finanziari.

Quindi, una delle migliori azioni che potete intraprendere come investitori è individuare un mentore finanziario.

Iniziate a investire a lungo termine (anche se iniziate con piccoli capitali)

Come neolaureati, potreste essere sorpresi di quanto poco è necessario per iniziare a investire – e quanto questi primi investimenti possono generare ulteriore ricchezza.

Vi basterebbe un investimento iniziale di € 1.000 (regali di laurea!) con ulteriori € 100 di investimenti ogni mese per 40 anni, ad un tasso di rendimento non irragionevole del 7%, per raggiungere fino a € 280.000.

Preparatevi per le delusioni periodiche

Investire nel lungo termine è fondamentale ma è altrettanto importante fissare aspettative.

Gran parte degli investimenti e le azioni in particolare possono avere grandi rendimenti ma oscillazioni nel tempo altrettanto importanti.

Prevedere i rendimenti di un investimento nel breve periodo è un esercizio piuttosto difficile, per questo è importante ragionare su un periodo di tempo più lungo ed essere preparati a sopportare oscillazioni, a volte anche consistenti, del vostro portafoglio.

Mantenete sempre un cuscino di sicurezza

Anche se vi siete messi in marcia molto presto e siete consapevoli che l’orizzonte temporale dei vostri investimenti è di lungo periodo avrete comunque bisogno di assicurarsi contro eventi straordinari che possono cambiare in corsa il vostro piano.

Valutate quindi di acquistare assicurazione sanitaria e di invalidità.

E in ogni fase della vita è fondamentale costruire almeno un piccolo cuscino finanziario per coprire le spese impreviste.

La regola empirica comune è che dovreste avere da tre a sei mesi di spese di mantenimento messe da parte in investimenti estremamente liquidi come un conto di risparmio online.

Certo, se siete giovani e avete appena iniziato a guadagnare, questa cifra può sembrare enorme e spropositata.

Ricordate però che il fondo di emergenza è destinato a coprire le spese di base: costi di alloggio, spese di assicurazione, servizi pubblici e cibo. Da questo punto di vista, accumulare un eccesso di cassa come cuscinetto è una soluzione più che sensata.

Investire nel capitale umano prima che la vita si complichi

Se ne parla troppo poco spesso quando si affronta il tema degli investimenti, ma occorre ricordare che uno dei migliori investimenti che potete fare è quello su voi stessi.

Il capitale umano è altrettanto importante rispetto al capitale monetario.

In fondo il vostro reddito dipenderà probabilmente dal lavoro che avrete e quindi dal vostro livello di istruzione e preparazione.

In secondo luogo ricordate che la conoscenza è un asset che nessuno potrà mai portarvi via.

Pertanto valutate con attenzione il trade off tra concentrarsi esclusivamente sul lavoro che vi garantisce il reddito attuale o dedicare periodi della vostra vita ad ampliare la vostra formazione professionale e non che possono essere il trampolino di lancio per future salti in avanti.

E per finire.. la scelta più importante in termini di allocazione di risorse

I punti precedenti prendono in considerazion l’importanza delle decisioni quando si parla di allocazione di risorse.

Sfruttare il potenziale a lungo termine del capitale umano investendo nell’istruzione aggiuntiva e sfruttare il potenziale di rendimento a lungo termine delle azioni, orientando le nostre decisioni di investimento del denaro.

Ma esiste una decisione sull’allocazione delle risorse che è la più importante di tutte:  l’allocazione sul tempo.

Se siete giovani, prima che sia troppo tardi provate ad affrontare queste domande: vi dispiace di aver passato così tanto tempo al lavoro mentre i vostri figli stavano crescendo? Eravate davvero felici di aver perso del tempo con altri impegni anzichè stare con un amico malato o un genitore anziano?

Tutti noi in un modo o nell’altro cerchiamo di bilanciare il tempo speso a guadagnare denaro con quello impiegato a fare cose che ci portano gioia o che fanno bene.

Alla fine, l’allocazione ottimale del tempo è strettamente personale e può cambiare nel corso della vita di ciascuno.

Il miglior consiglio su questo fronte è semplicemente dire che, al contrario dell’investimento in attività finanziarie, l’allocazione del tempo è quella che merita un monitoraggio frequente e costante!

Alla prossima!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *