Consigli in pillole per investitori inesperti: reperire le informazioni

Nei post precedenti abbiamo parlato dell’approccio all’investimento azionario e del fatto che quando acquistiamo una azione stiamo comprando un pezzo della società.

Per poter prendere corrette decisioni di investimento è necessario tuttavia raccogliere ed analizzare tutte le informazioni necessarie.

In questo post discuteremo come trovare in maniera veloce ed efficace le informazioni di cui abbiamo bisogno.

Il successo di un investitore azionario dipende dalla capacità di individuare le notizie giuste e selezionarle in base alla rilevanza per le proprie decisioni di investimento.

Warren Buffett in proposito ha affermato: “Più leggi, più sei informato, meno sei impulsivo”. Il Guru di Omaha passa gran parte delle sue giornate a leggere, circa l’80% della sua giornata lavorativa, piuttosto che stare davanti allo schermo a guardare i continui aggiornamenti delle quotazioni azionarie.

Se una società è quotata in una borsa principale come la Borsa di New York (NYSE), è tenuta a depositare determinati documenti per il controllo  degli organismi di Vigilanza (la Consob in Italia o la SEC negli Stati Uniti).

In particolare, la  SEC impone linee guida secondo cui le informazioni devono essere comunicate oltre che scadenze predefinite.

Fonte: https://www.sec.gov/

Ciò significa che per le aziende quotate (almeno negli USA) avrete a disposizione informazioni relativamente aggiornate e omogenee nella forma, quindi comparabili tra loro.

Le informazioni finanziarie rese disponibili dalle aziende.

Anche le aziende mettono a disposizione informazioni finanziarie attraverso il loro sito internet.

E’ sufficiente digitare il nome dell’azienda che desideri ricercare su Google o su un altro motore di ricerca per trovare il link al suo sito web.

La sezione “Investor Relations” può offrire una varietà di informazioni  interessanti.

Oltre ai documenti pubblici è possibile scaricare i comunicati stampa dell’azienda ed esaminare le ultime presentazioni alla comunità finanziaria (in genere nei formati PDF o Microsoft Power Point).

Per questo, un’occhiata al sito web dell’azienda è imprescindibile: richiede pochi minuti ed è fonte di preziose informazioni

Fonte: http://ir.tesla.com/events.cfm

La stampa specializzata

Se ci limitiamo al panorama nazionale, non sono tante le fonti a cui attingere per ottenere informazioni sulle aziende.

Una realta di riferimento è sicuramente IlSole24ore, il più diffuso quotidiano economico-finanziario italiano che, tra le altre, propone una sezione specifica per notizie di finanza e mercati.

Una volta a settimana, il sabato, nella versione cartacea è presente un inserto, “PLUS” che tratta di temi legati al risparmio e all’investimento con analisi anche di alcuni titoli azionari.

Un’altra testata di riferimento è MilanoFinanza; anch’esso prevede una versione cartacea e una on-line, con diverse sezioni dedicate ad approfondimenti di economia e finanza, valutazioni di titoli e anche una sezione specifica di podcast.

Fuori dai confini nazionali sono innumerevoli le realtà di riferimento; ci limiteremo a indicare le 2 che riteniamo imprescindibili per ogni investitore.

La prima è il Financial Times, il principale giornale economico-finanziario del Regno Unito ed uno dei più antichi, autorevoli e letti del mondo.

Offre ovviamente sia la versione cartacea sia quella elettronica e in più diverse formule di abbonamento a prezzi crescenti. Interessante la possibilità di provare qualsiasi abbonamento ad un prezzo speciale per le prime 4 settimane.

Il più grande rivale del Financial è il Wall Street Journal, quotidiano internazionale pubblicato a New York negli Stati Uniti, con una media a livello mondiale di oltre 2 milioni copie stampate giornalmente.

Oltre alle classiche sezioni di informazioni finanziarie, il WSJ pubblica settimanalmente alcune rubriche molto interessanti.

Tra queste, la lista settimanale delle principali attività degli “insider” che evidenzia le operazioni di acquisto e vendita da parte di amministratori e dirignti delle aziende.

Un segnale di acquisto da parte di questi soggetti, che sono direttamente coinvolti nell’azienda (essendone amministratori) è visto da molti come un aspetto positivo. In fondo, se qualcuno che vive l’azienda ogni giorno decide di comprarne le azioni è perchè probabilmente ritiene che il prezzo sia sottovalutato!

I siti web di informazione finanziaria

Se parliamo più nello specifico di siti specializzati in informazione finanziaria, preferiamo rivolgere il nostro sguardo esclusivamente fuori dai confini dell’Italia.

Un punto di riferimento indiscusso è Morningstar, società che offre una vasta gamma di prodotti e servizi per investitori privati, consulenti finanziari e gestori patrimoniali.

Morningstar fornisce dati e approfondimenti di ricerca su un’ampia gamma strumenti di investimento, compresi prodotti di risparmio gestito, società quotate in borsa, mercati dei capitali privati e dati di mercato in tempo reale.

Il servizio prevede alcuni contenuti free ed altri in abbonamento. Tra questi, numerosi report di analisti su valutazioni di società quotate e diversi screener che consentono di affinare la ricerca di titoli sulla base di parametri predefiniti.

Un’altra realtà molto interessante, anche se con caratteristiche differenti è SeekingAlpha.

Si tratta di un servizio di contenuti crowd-sourced per i mercati finanziari.

Articoli e ricerche coprono un’ampia gamma di titoli, assets, ETF e strategie di investimento.

A differenza della maggior parte delle piattaforme di ricerca azionaria, i contenuti provengono dalla base degli utenti che possono essere investitori individuali e/o esperti di settori industriali.

Altri siti interessanti sono Motley Fool, Valuewalk e Valueline che hanno servizi gratuiti e a pagamento

Mettere tutto insieme

Come abbiamo ribadito più volte, prima di procedere con una decisione di investimento siate certi di essere adeguatamente informati.

Le fonti che abbiamo citato in questo articolo dovrebbero aiutarvi a reperire tutte le informazioni di cui avete bisogno.

Leggere tutti i documenti e articoli relativi ad una azienda in cui si sta valutando di investire potrebbe essere una impresa “titanica” in termini di tempo.

Vi consigliamo quindi di impostare una checklist dei documenti che vi apprestate a leggere, sarà poi piu facile di volta in volta seguirne gli aggiornamenti.

In alcuni casi potrete impostare sui siti web delle aziende alcune notifiche che vi avvertirano sulla pubblicazione di documenti finanziari aggiornati.

Infine, anche quando siete ragionevolmente convinti di aver raggiunto un punto di vista informato su una azienda cercate di trovare un articolo o una fonte che abbia un punto di vista differente e leggetelo con senso critico; a volte cambiare idea non è un delitto!

Conclusioni

Nel vostro viaggio per diventare investitori informati, finirete quasi inevitabilmente per sentirvi sopraffatti dalle enormi quantità di informazioni disponibili.

Fortunatamente, non è necessario leggere tutto per avere successo.

Ecco perché abbiamo evidenziato in questo post le informazioni chiave di cui avete bisogno per prendere una decisione informata e le fonti da cui reperirle.

E, ovviamente, non dimenticatevi di leggere prima di tutto Bullsandbears.it.

Alla prossima!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *