le auto d'epoca si possono rivelare degli investimenti più che soddisfacenti

Vale la pena investire in auto d’epoca?

Dopo avere scoperto che tanto le borse di lusso quanto i fumetti e l’arte moderna possono rivelarsi ottimi investimenti, Bullsandbears.it si chiede se valga la pena di investire in un’auto d’epoca.

Ebbene, la risposta sembra (più che) positiva se si considera che all’inizio degli anni 2000 alcune auto d’epoca hanno aumentato il proprio valore di oltre il 200% (entrando a pieno diritto tra le più note bolle speculative).

Nel solo Regno Unito, uno dei mercati di auto d’epoca più importanti a livello mondiale, si ritiene che il valore stimato di questa tipologia di vetture sia attualmente superiore a 18 miliardi di sterline, mentre la spesa mondiale annua per la compravendita di auto d’epoca è di circa 5,5 miliardi di sterline.

Anche la Porsche si rivela un'auto d'epoca di tutto rispetto

Cos’è esattamente un’auto d’epoca?

Per essere onesti non ci sono regole precise per definirla, tranne che l’auto deve avere più di 20 anni ed essere considerata iconica.

Le riviste di settore hanno una forte influenza nel costruire mediaticamente quello che potrebbe successivamente essere considerato un classico e nell’influenzare le tendenze future.

Molte auto d’epoca sono diventate memorabili grazie al legame con film iconici o singoli personaggi.

La maggior parte delle persone riconoscerebbe subito la Aston Martin DB5 guidata da James Bond o la Ferrari 275 GTB di proprietà di Steve McQueen, che incidentalmente è stata recentemente aggiudicata all’asta per oltre 10 milioni di dollari.

Bonus: se volete aggiudicarvi in asta alcuni dei più straordinari modelli di auto d’epoca … c’è Sothebys (BID)

Il record di vendita

Finora l’auto d’epoca più costosa è la Ferrari (RACE) 250 GTO che appena uscita da Maranello, nel 1962, sarebbe venuta a costare circa 17.000 Euro pari a poco meno di 340.000 Euro attuali.

Originariamente progettata come auto da corsa, il valore della GTO si è impennato per il fatto che ne esistevano solo 39 esemplari.

Nel 2014 questo bolide è stato aggiudicato per l’incredibile cifra di oltre 38 milioni di dollari, un ritorno di assoluto rilievo rispetto all’investimento iniziale.

Le auto classiche sono disponibili in svariate forme e dimensioni, stili e generi: si possono trovare alcuni dei più famosi “classici” tra le auto da corsa come Ferrari e Porsche, ma anche tra auto “popolari” come Volvo e Ford e anche tra le 4×4 come le Land Rover.

Infine, il mercato delle auto d’epoca si divide in due porzioni, le auto fabbricate prima del 1930 – classificate come classiche d’epoca -, e quelle posteriori al 1930 – classificate come classiche generali -.

Siete pronti a un investimento… A tutto gas?

Le auto d'epoca possono rivelarsi degli ottimi investimenti

Fonte: Money-pod.co.uk/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *