Può un fumetto rendere più dell’oro e dell’S&P 500?

Quando Hollywood “convoca” i supereroi sul grande schermo, il fumetto ottiene un eccellente ritorno sull’investimento

Ogni volta che un film ha per protagonista uno o più eroi dei fumetti, incassa centinaia di milioni di dollari, rendendo la collezione di fumetti dei proprietario un po’ più preziosa.

Fonte: Flickr/Sam Howzit

La produzione Warner Bros (controllata della Time Warner; TWX) del film Suicide Squad, basato sui fumetti DC Comics (appartenente al gruppo Time Warner), ha incassato più di 200 $/mln nelle prime due settimane di proiezione negli Stati Uniti nonostante le recensioni assolutamente negative. L’incasso si avvicina agli oltre 330 $/mln incassati dalla Warner all’inizio di quest’anno per Batman contro Superman: Dawn of Justice. Nonostante i buoni dati, i due film si classificano “solo” al terzo e quarto posto tra i film basati sui fumetti usciti nel 2016, a fronte dei 407 $/mln del film Disney (DIS) Captain America: Civil War e dei 363 $/mln del film della 21st Century Fox (FOXA) Deadpool (entrambi fumetti della Marvel, che fa parte del gruppo Disney) già usciti in precedenza.

Con i numerosi film sia della DC che della Marvel già previsti in uscita fino al 2020, gli accordi per produrre film basati sui fumetti continueranno a rappresentare delle galline dalle uova d’oro per la Disney, la Warner Bros e la Fox. Ma daranno dividendi anche ai collezionisti di fumetti.

Infatti, nel momento in cui Marvel e DC Comics portano al cinema personaggi quali il Dottor Strange, Capitan Marvel, Wonder Woman e Black Panther, i fumetti in cui questi personaggi hanno fatto la loro prima apparizione e gli albi che hanno caratterizzato le storie riproposte nei film tendono ad apprezzarsi in valore.

E’ stata fatta una ricerca da parte di GoCompare che ha dato un risultato sorprendente: da inizio 2008 all’inizio del 2016, 80 fumetti sui poco più di 100 analizzati hanno registrato rendimenti migliori rispetto all’indice S&P 500 (GSPC). L’indice S&P ha conseguito un rendimento del 39,1%, mentre il miglior fumetto ha visto il suo valore impennarsi del 26.567%.

Per gli appassionati (ma anche per gli investitori curiosi), ecco i cinque fumetti più performanti, confrontati sia con l’indice S&P che con il prezzo dell’oro.

5A posizione – I racconti dello stupore, No. 13 (1960)

Fonte: Internet

Valutazione: 4.000 $ Incremento di prezzo: + 648%

Prima che Groot facesse gruppo con Star Lord e i Guardiani della Galassia, la creatura dell’immaginifico Stan Lee – forse il più famoso fumettista di sempre -, ci stava salvando dagli alieni del pianeta X nei fumetti Atlas Comics – i precursori della Marvel.

In un periodo in cui i supereroi dei fumetti si limitavano ai soli Capitan America, Sub-Mariner, Marvel Boy e la Torcia Umana, Groot non fu concepito per essere come loro, ma, con il passare degli anni, è riuscito a ritagliarsi un ruolo di tutto rispetto.

Nel frattempo, con un investimento di 535 $ (pari al costo del fumetto nel 2008), si sarebbero ottenuti solo 1.200 $ con lo S&P e 1.100 $ investendo in oro.

Mai dubitare del valore di un albero parlante…

4A posizione – Pep Comics, No. 22 (1941)

Fonte: Internet

Valutazione: 280.000 $ Incremento di prezzo: + 748%

Questo titolo fu prodotto da MLJ Magazines, ora nota come Archie Comics.

Un fumetto non passa da un prezzo di copertina di 10 cent a una valutazione a sei cifre senza che qualcosa di significativo sia accaduto all’interno delle sue pagine. In questo particolare fumetto, possiamo leggere le storie di Archie Andrews e la sua banda ambientate a Riverdale. Jughead Jones, Betty Cooper, Veronica Lodge, Reggie Mantle, Sabrina “la strega” Spellman e Josie and the Pussycats saranno i prossimi ad apparire sul grande schermo.

Questo albo valeva già 33.000 $ nel 2008, ma dopo che nel 2010 Archie Comics ha stretto un nuovo accordo con la casa editrice Random House per aumentare la produzione, il valore del fumetto originale è decisamente aumentato. A titolo di confronto, l’investimento di 33.000 $ in oro avrebbe ottenuto 67.200 $ nello stesso arco di tempo. L’S&P è andato un po’ meglio, raggiungendo i 71.300 $.

3A posizione – Marvel Super-Heroes, No 18 (1969)

Fonte: Internet

Valutazione: 1.000 $ Incremento di prezzo: + 1.058%

Anche nei loro anni migliori, i Guardiani della Galassia della Marvel erano un oscuro gruppo di supereroi.

Nonostante il valore di questo albo sia passato da 25 centesimi al momento della pubblicazione a 95 $ nel 2008 (+ 37.900%), il prezzo non si è sostanzialmente mosso fino al 2010, quando al San Diego ComicCon il presidente dei Marvel Studios dichiarò i Guardiani della Galassia il potenziale soggetto di un film. Il prezzo del fumetto ha cominciato a salire quando la Marvel ha confermato che il film era in fase di sviluppo al ComicCon del 2012. Dopo 333 $/mln di incassi nei soli Stati Uniti nel 2014, i Guardiani della Galassia è diventato un fumetto top.

Il rendimento del fumetto d’esordio si è dimostrato simile all’oro e all’indice S&P fino al 2012. Ma da quest’anno, il rendimento dei 95 $ originari del 2008 supera ampiamente i 205 $ dello S&P e i 193 $ dell’oro.

2A posizione – Nuovi Mutanti, No. 98 (1991)

Fonte: Internet

Valutazione: 250 $ Incremento di prezzo: + 4.900%

No, Deadpool non è sempre stato il mercenario spiritoso, irriverente, politicamente scorretto e chiacchierone che conosciamo.

In realtà, non lo è stato fino a circa cinque anni dopo la sua prima apparizione, quando è stato introdotto nel filone dei “nuovi mutanti”, assumendo il ruolo di un supercriminale vagamente basato su Deathstroke dei Teen Titans della DC. Ma negli anni ’90, il gruppo di antieroi della Marvel che nella decade precedente diede origine a Wolverine, The Punisher e Ghost Rider si stava assottigliando. Deadpool ha mantenuto alcuni degli elementi meno morali di quei tre, ma con più autoconsapevolezza permeata dalla cultura pop.

Il film è stato un successo oltre 780 $/mln di incassi a livello mondiale, e il fumetto – che valeva solo 5 $ nel 2008 – ha progressivamente incrementato il proprio valore fino ai 250 $ attuali.

Mentre nel 2012 il rendimento pareggiava sia quello dello S&P e dell’oro, a partire dal 2008 i 5 $ si sarebbero trasformati in soli 11 $ odierni con lo S & P e in 10 $ con l’oro.

1A posizione – Batman Adventures, No. 12 (1993)

Fonte: Internet

Valutazione: 800 $ Incremento di prezzo: + 26.567%

Il film Suicide Squad, recentemente uscito anche nelle sale italiane, è uno dei motivi del recente aumento del valore di questo fumetto, anche se non è stata la prima volta che l’amante di Joker – Harley Quinn – appare in un fumetto: il personaggio aveva originariamente debuttato come assistente di Joker in un episodio della serie Batman: The Animated Series.

Comunque, questo albo costava 1,25 $ al momento della pubblicazione, arrivando a valere 3 $ nel 2008.

Una volta che la produzione di Suicide Squad è stata annunciata nel 2009, il valore del libro ha iniziato a impennarsi – prima a 75 $ nel 2012 e poi moltiplicandosi per più di dieci volte fino a oggi. Considerando che investendo 3 $ nel 2008 si sarebbero ottenuti 6 $ circa sia dal dell’oro che dallo S&P… Evviva i fumetti!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *