Il litio è uno dei metalli più rilevanti, vista la sua importanza per la costruzione delle batterie delle auto elettriche

Il litio: un metallo fondamentale (per l’auto elettrica e non solo)

La scomparsa dei veicoli dotati di motore a combustione interna sembra avvicinarsi, con i veicoli elettrici pronti a sostituirli.

il litio potrebbe a breve rivelarsi uno dei metalli fondamentali per lo sviluppo delle comuni fonti elettriche

Ma il costo e la scarsità dei metalli critici potrebbero rivelarsi un ostacolo importante. Negli ultimi mesi, il dibattito sul futuro dei veicoli elettrici a combustione interna (ICE) continua a tenere banco nel mondo dell’automotive.

La Cina ha chiesto ai propri produttori di automobili che entro il prossimo anno l’8% delle vendite provengano dai veicoli elettrici (EV), per salire al 12% entro il 2020.

L’India si è impegnata a far sì che vengano vendute solo auto elettriche entro il 2030.

In Europa, il Regno Unito si è unito a Francia, Germania e Paesi Bassi nel tentativo di vietare completamente la vendita di veicoli diesel e benzina entro il 2040.

Queste politiche avverse ai veicoli ICE sono dettate da costi di produzione di un veicolo elettrico sempre più prossimi a quelli sostenuti per un veicolo a combustione interna.

Le auto elettriche del futuro per CNN Money

Il governo norvegese – un pioniere in questo settore – pensa che le sovvenzioni EV saranno inutili a partire dal 2025.

Bonus: in realtà la Norvegia sta già valutando di tassare le auto elettriche più pesanti (che contribuirebbero all’aumento del traffico e sarebbero quelle più acquistate dai ricchi, cioè dai più “tassabili”)

Nel 2016, le vendite di EV sono aumentate del 55%. Detto questo, un modello Tesla 3 non sovvenzionato costa ancora 35.000 $, che per un’auto di medie dimensioni rappresenta una cifra superiore al budget di molti consumatori.

Le previsioni di vendita di auto elettriche al 2040 (milioni) – stranamente le stime OPEC e EXXON sono particolarmente “conservative”!

Bloomberg prevede un clamoroso boom per le vendite di auto elettriche; l'OPEC e Exxon Mobil sono meno convinte

Fonte: The Economist

Quant’è vicino il sorpasso delle auto elettriche sui veicoli ICE?

Un elemento di forte incertezza è rappresentato dal prezzo dei metalli critici necessari per realizzare le batterie EV.

La speculazione su un’imminente crisi di approvvigionamento di litio è molto forte, con la domanda che continua a crescere e un raddoppio dei prezzi negli ultimi due anni.

Ma si tratta di meri incidenti di percorso o potrebbe trattarsi di vere e proprie minacce alla rivoluzione portata dai veicoli elettrici?

Il funzionamento di un veicolo ibrido

Ecco un grafico su come funziona un'auto elettrica

Fonte: Reuters

Il declino dei prezzi delle batterie agli ioni di litio: siamo vicini al punto di svolta?

I costi delle batterie agli ioni di litio sono crollati del 75% negli ultimi sei anni e ora sono prossimi ai 273 $/kWh. Il punto di pareggio è comunemente accettato a ridosso dei 100 $/kWh, il cui raggiungimento è previsto nel prossimo decennio.

Secondo Tesla, il livello di prezzo previsto da McKinsey per 2020 è già stato raggiunto nella Model 3.

Bonus: anche Porsche sta sviluppando l’auto elettrica

Anche Porsche si è lanciata nello sviluppo di un'auto elettrica

Porsche afferma che la batteria agli ioni di litio (3) della Mission E sarà integrata nella parte inferiore del veicolo, così da migliorare la distribuzione del peso e permettere la ricarica in modalità induttiva. La porta per la ricarica sarà posizionata di fronte al parafango della ruota sinistra (4). Fonte: Porsche

Un’ulteriore riduzione del 30% dei prezzi delle batterie potrebbe essere all’orizzonte entro la fine del decennio, dal momento che la capacità produttiva mondiale è prevista in aumento di sei volte per il 2020.

Si tenga presente che ogni volta che la produzione cumulativa di ioni di litio raddoppia, i prezzi scendono di circa il 19%. Un “tasso di apprendimento” molto simile a quello dei moduli fotovoltaici solari negli ultimi anni.

Capacità produttiva dei principali produttori al 2050 (sx) e previsione di calo del costo delle batterie al 2022 (dx)

La prevista impennata nella capacità produttiva aiuterà a indirizzare i prezzi delle batterie agli ioni di litio al ribasso

Fonte: The Economist

Tutto ciò premesso, i costi degli input produttivi, in funzione della quantità e del prezzo dei materiali necessari, dovranno diminuire sostanzialmente per raggiungere il punto di pareggio. Nel 2016 i costi dei soli input erano superiori ai 100 $/kWh del punto di parità dei prezzi.

La scarsità e la speculazione dei prezzi ritardano il processo di affermazione dell’auto elettrica?

Purtroppo, i materiali critici delle batterie EV sembrano suscettibili di speculazioni, il che potrebbe comportare il rischio di picchi di prezzo e di volatilità.

Tali dinamiche agirebbero da contrappeso ai rapidi progressi di efficientamento dei materiali e ritarderebbero il raggiungimento della parità dei prezzi con i veicoli ICE.

Ciò è in parte dovuto alla struttura del mercato, relativamente opaca e con una manciata di aziende che svolgono un ruolo chiave.

Le valutazioni delle imprese di estrazione di litio sono infatti aumentate negli ultimi mesi, alimentando le preoccupazioni di una bolla speculativa. Per fare un esempio, il prezzo delle azioni per Albemarle (ALB), il più grande produttore di litio, è salito di una volta mezzo a partire da Gennaio 2016.

L’andamento dell’ETF e delle principali azioni collegate al litio da inizio 2016

Le azioni e i fondi legati al litio hanno mostrato importanti crescite nell'ultimo anno

Fonte: Bloomberg

Bonus: un acquirente (probabilmente cinese) ha acquistato una miniera di litio in Australia per 2.000 volte il prezzo pagato 11 mesi prima.

In un momento in cui la maggior parte dei prezzi delle materie prime registra una sostanziale stabilità o un declino, il trend del litio va in direzione opposta. Il Bloomberg Commodity Index è infatti sceso del 35% tra il 2015 e il 2017, ma nello stesso periodo i prezzi del litio sono più che raddoppiati.

Le previsioni sul rapporto domanda – offerta di litio (tonnellate/anni)

Si prevede che l'offerta di litio farà sempre più fatica a "tenere testa" alla domanda del prezioso metallo

Fonte: Bloomberg

Siamo pronti a una rivoluzione dal lato della domanda?

Una maggiore trasparenza informativa sul mercato del litio e sulle società che lo dominano – spesso in un regime di sostanziale oligopolio – potrebbe contribuire a ridurre la volatilità dei prezzi e incoraggiare investimenti in nuove strutture di estrazione e di lavorazione del minerale.

Però, date le dimensioni del previsto aumento del consumo di litio, si può ipotizzare che molte delle soluzioni alla stabilizzazione del mercato dovranno provenire dal lato della domanda.

In particolare, detto che lo sviluppo tecnologico permette di fare molto di più con molto meno (il progressivo miglioramento nella densità energetica della batteria riduce la massa richiesta per fornire un kWh), potrebbero essere elementi quali il miglioramento del processo di riciclo e i supporti governativi a trainare la stabilizzazione del mercato.

Negli USA, per esempio, il riciclo è limitato al 5% (a causa della natura esplosiva dei materiali) a fronte di una quota del 99% per le batterie al piombo.

Le amministrazioni, parallelamente, potrebbero incentivare la collaborazione con università e industrie per lo sviluppo chimico e fisico delle batterie di nuova generazione.

Bonus: la startup Lilac afferma di aver trovato un processo più veloce e sostenibile per estrarre il litio.

Ma i governi e le imprese sapranno cogliere le opportunità derivanti dall’utilizzo di quello che potrebbe diventare il metallo più prezioso al mondo?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *