Fitbit dispone di oltre 150 miliardi di ore di dati

150 miliardi di ore di dati cardiaci? Fitbit conosce il cuore meglio di noi stessi

Dopo la startup che vuole analizzare il nostro DNA, e la raccolta di dati da parte dei robot-aspirapolvere, parliamo oggi di Fitbit, tra le più importanti società che commercializzano fitness devices.

Ma gli smartwatch e le moderne fitness band (di Fitbit – FIT, ma non solo) sono in grado di tenere traccia del battito cardiaco in modo continuo, giorno e notte, per mesi.

Cosa si potrebbe imparare se qualcuno potesse raccogliere tutti questi dati da decine di milioni di persone?

“E’ un incitamento per tutti a vivere più sani” 🤔 🤸‍♀️

Fitbit ha registrato 150 miliardi di ore di dati sui ritmi cardiaci. Da decine di milioni di persone in tutto il mondo, 6 miliardi di notti di sonno.

Il risultato? la più grande serie di dati sui ritmi cardiaci mai raccolta.

Fitbit conosce anche l’età, i sessi, i luoghi, le altezze, i pesi, i livelli di attività e i modelli di sonno di queste persone.

In combinazione con i dati cardiaci, il risultato è una miniera d’oro di rivelazioni sulla salute umana.

Informazioni sulla frequenza cardiaca a riposo

I dati di Fitbit vengono resi anonimi. Il nome viene eliminato (ne siamo sicuri?), e i dati vengono successivamente aggregati.

Bonus: la privacy policy di Fitbit

La maggior parte delle informazioni rilasciate da Fitbit riguarda la frequenza cardiaca a riposo. Si tratta di una misura incredibilmente importante, poiché da indicazioni sullo stato di salute generale.

L’aspetto più interessante della frequenza cardiaca a riposo è che si tratta di una metrica davvero informativa in termini di stile di vita, salute e fitness nel suo complesso“, afferma Scott McLean, il principale scienziato di Fitbit che si occupa di R&S.

I cardio dati immagazzinati da Fitbit

Fonte: Fitbit.com

Per esempio, i dati suggeriscono che un’elevata frequenza cardiaca a riposo (RHR) sia un forte predittore di morte prematura.

Quando invece un valore di RHR è buono? “Più basso è il valore, meglio è. È davvero semplice“, dice.

Un RHR medio si posziona probabilmente tra 60 e 100 battiti al minuto. Al di fuori di questo intervallo, o si è un atleta (Usain Bolt ha un RHR di 33) oppure… meglio fare un passaggio dal medico.

L’esercizio regolare è un bene per il cuore, naturalmente. Ma anche tutti gli altri fattori, tra cui età, sesso, stato emotivo, livello di stress, dieta, livello di idratazione e dimensioni del corpo influiscono.

I dati di Fitbit confermano molto di ciò che i cardiologi già conoscono. Ma poiché il set di dati Fitbit è incredibilmente vasto, ha anche suscitato alcune sorprese.

Donne vs uomini, giovani vs anziani

La prima osservazione dai dati di Fitbit: le donne tendono ad avere frequenze cardiache a riposo più elevate rispetto agli uomini.

Resting heart rate by age - Fitbit

Fonte: Yahoo su dati Fitbit

Ciò accade perché le donne sono più minute e di conseguenza il loro cuore tende ad essere più piccolo, e ha bisogno di lavorare di più per assicurarsi che il sangue circoli e venga fornito a tutti gli organi vitali.

Quello che è strano, però, è che la RHR sale quando ci si avvicina alla mezza età, per poi scendere nuovamente – e questo è qualcosa che gli scienziati non avevano rilevato con tale specificità, prima dello studio Fitbit.

Perchè?

Una buona ragione potrebbe essere l’avere figli, l’essere impegnati, che comporta minor esercizio fisico e più stress.

E, naturalmente, il metabolismo di tutti rallenta progressivamente, motivo per cui così tante persone aumentano di peso intorno alla mezza età.

Ciò significa che il cuore deve lavorare di più – e la RHR sale.

Ma allora perché la frequenza cardiaca torna a calare dopo la mezza età?

Riteniamo che parte del declino sia attribuibile all’uso di beta-bloccanti e calcioantagonisti” – farmaci contro la pressione sanguigna e l’infarto – “perché il 30% degli adulti negli Stati Uniti soffre di ipertensione“, afferma Emir-Farinas.

Variazione RHR

I nuovi dati non solo mostrano la RHR media, ma anche quanto varia.

Le donne più giovani, in media, sperimentano una variazione più alta“, dice Emir-Farinas. “Alcune di queste possono essere spiegate con cambiamenti ormonali durante le mestruazioni“.

Chi altro risulta avere ampie oscillazioni nella frequenza cardiaca? Gli uomini di età superiore ai 50 anni (… Andropausa?).

IMC

L’indice della massa corporea (IMC) rappresenta il livello di obesità.

Con l’aumento del peso, aumenta anche la frequenza cardiaca a riposo, il che ha senso, naturalmente, perché c’è più tessuto da sostenere e il cuore deve lavorare di più“, osserva Emir-Farinas.

Indice di massa corporea - Fitbit

Fonte: Yahoo su dati Fitbit

Ma i dati Fitbit mostrano anche un’associazione tra alto RHR e basso peso corporeo.

Sì, c’è un IMC ottimale, dove il corpo è in grado di lavorare in modo efficiente. In entrambi i casi (di eccesso o troppo basso peso corporeo), il corpo non si trova in uno stato ottimale di manutenzione generale e di efficienza. Deve lavorare di più per fornire le disposizioni di base“.

Attività fisica: Quantità

Non è una novità che fare esercizio fisico è un bene per il cuore.

Ciò che sorprende, tuttavia, è che il beneficio si riduce dopo circa 200 minuti di esercizio fisico.

Questa è una buona notizia: non è necessario allenarsi ogni minuto del giorno per continuare a ottenere maggiori benefici“, dice McLean.

“Dopo 200-300 minuti alla settimana, non si nota alcuna variazione della frequenza cardiaca a riposo o alcun beneficio”.

Attività fisica: Coerenza

I dati di Fitbit indicano chiaramente che non si tratta solo di fare molto esercizio fisico, ma anche di farlo in modo costante.

Più si è coerenti, più bassa è la frequenza cardiaca a riposo.

Stare seduti su tutta la settimana e poi “sprintare” nel fine settimana non è un grande approccio. “Non è possibile ottenere un’ottimale salute cardiovascolare da un esercizio sporadico“, dice Emir-Farinas.

Questo è naturalmente il motivo per cui smartwatch e fitness band generano una mole impressionante di promemoria orari per spronare il possessore ad alzarsi e camminare.

Fitbit vuole ardentemente il nostro benessere (ma solo se al polso abbiamo uno dei loro smartwatch!)

Mens sana in corpore sano?

Dormire

Dormire è un bene, ma solo fino a un certo punto. Troppo sonno potrebbe in realtà rivelarsi un’abitudine poco salutare.

Indice di massa corporea - Fitbit

Fonte: Yahoo su dati Fitbit

C’è un punto ottimale“, dice Emir-Farinas. “C’è una finestra di sonno ottimale, che ha un vero e proprio impatto sulla frequenza cardiaca a riposo“.

Non si tratta delle canoniche 8 ore di sonno a notte – bensì di circa 7 ore e un quarto.

Paese che vai, cuore che trovi

Emir-Farine ha tracciato i dati basandosi sull’età dei 55 paesi con il maggior numero di portatori Fitbit.

Rappresenta il grafico dei livelli di attività dei cittadini (asse orizzontale) rispetto alla frequenza cardiaca media a riposo (verticale).

Ci sono rilevazioni all’apparenza incongruenti; tra le persone che svolgono circa 55 minuti di attività al giorno, la RHR è di circa 62 battiti al minuto in Costa Rica, ma quasi 70 in India: come mai?

Fonte: Yahoo su dati Fitbit

Ci sono altri fattori in gioco“, dice Emir-Farinas. “Sono l’alimentazione, i valori di IMC, i farmaci assunti e la genetica, naturalmente. Anche questo è un aspetto importante“.

In linea generale, l’Europa batte il resto del mondo. “Hanno progettato le loro città in modo che ci sia più attività fisica. Le persone devono camminare di più semplicemente fare attività normali: per esempio andare al negozio di alimentari o andare al lavoro“.

E l’Italia?

Gli italiani spiccano con ben 84 minuti di attività al giorno e 61 battiti al minuto.

Takeaways

L'idea originaria e la mission di Fitbit

Fonte: Fitbit.com

Dietro alla frequenza cardiaca a riposo c’è un’intera gamma di statistiche relative alla salute – esercizio fisico, dieta, età, sonno, luogo dove si vive.

La frequenza cardiaca a riposo è una metrica facilmente comprensibile“, dice McLean. “È qualcosa che ti permette di dire: ‘Wow, vedo la mia frequenza cardiaca a riposo – vedo che cambia, che significa qualcosa’. È estremamente motivante.

Fitbit spera di diffondere il verbo della frequenza cardiaca a riposo ben al di là della comunità dei superatleti.

Vediamo tutti come atleti“, dice. “Lo si può essere a 20, 30, 40 e 70 anni. Ognuno è un atleta caratterizzato da propri parametri, che ha l’opportunità di migliorare la propria salute“.

Riuscirà Fitbit a superare la concorrenza di Garmin (GRMN), Apple (AAPL) e gli altri?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *