Analisi titoli: Yirendai, un player del fintech nella terra del Dragone

 

In questo post analizzeremo Yirendai (YRD), uno dei principali player cinesi nel settore fintech, che negli ultimi anni sta attraversando un vero e proprio boom, accompagnato tuttavia da alcune incertezze legate alla regolamentazione del settore stesso.

Come investitori, siamo sempre alla ricerca di titoli che in prospettiva possano garantire ritorni superiori alla media. Tuttavia trovare la nuova Apple o la nuova Amazon prima che diventino dei giganti è una impresa molto difficile.

In primo luogo occorre cercare titoli ad alta crescita e con margini interessanti ma ancora con una bassa capitalizzazione. È evidente infatti che le aziende già con dimensioni rilevanti hanno meno probabilità di garantire in futuro tassi di crescita stellari.

Inoltre, è preferibile orientarsi verso titoli che hanno una scarsa copertura da parte degli analisti. In questo caso potrebbe trattarsi di titoli che non sono sotto i riflettori dei grandi fondi di investimento e quindi “trascurati” da Mr Market, con potenziale ancora inespresso.

In un’epoca in cui chiunque, grazie agli screener, è in grado di trovare azioni che soddisfano questi criteri, può diventare difficile trovare qualche gemma nascosta.

Fonte: Internet

Tuttavia Yirendai ha attirato la nostra attenzione poiché sembra possedere un Business Model interessante, una storia convincente di crescita (accompagnata da margini eccezionali e consistenti flussi di cassa) e una valutazione attuale sul mercato che a nostro avviso non esprime il reale valore intrinseco della società.

Cosa fa Yirendai?

Yirendai Ltd è stata costituita a settembre 2014 come spin off di Creaditease, uno dei maggiori player del settore fintech in Cina.

Yirendai è una piattaforma online di credito al consumo che collega direttamente coloro che necessitato di accesso al credito con investitori che dispongono di denaro da prestare. Il modello di prestito P2P (peer to peer) è simile a quello di LendingClub (LC.N), ma Yirendai offre un mercato in crescita molto più alto rispetto alla sua controparte americana.

Fonte: China Internet Watch

I prestiti che si perfezionano attraverso la piattaforma on line hanno come oggetto ristrutturazioni domestiche, acquisto di beni durevoli, viaggi e altro.

Da un lato coloro che desiderano accedere al credito devono compilare un form online con alcune informazioni necessarie a verificare in via preliminare la potenziale solvibilità, in relazione al tipo di prestito richiesto.

Questo sistema offre un’approvazione quasi istantanea del credito, consentendo ai richiedenti di ricevere una risposta preliminare in circa 10 minuti.

Dall’altro lato gli investitori possono scegliere di prestare denaro secondo diverse forme disponibili.

Fonte: sito internet della società

Si possono scegliere investimenti automatici che richiedono versamenti continuativi nel tempo e senza possibilità di scegliere la controparte.

In alternativa si può optare per l’opzione dell’investimento diretto con cui chi investe può scegliere direttamente la controparte tra centinaia di opzioni, aiutato anche da strumenti di filtro dei prestiti richiesti, secondo diversi parametri quali importo, scadenza e tasso di interesse.

Yiarendai mantiene poi un mercato secondario di prestiti sulla piattaforma offrendo così agli investitori l’opportunità di uscire dai propri investimenti senza attendere la scadenza.

L’azienda compete con Ren Ren Dai e Lufax.

La tesi di investimento di Bullsandbears

Le vendite di Yirendai sono aumentate pressoché costantemente negli ultimi 10 quarters superando nel Q3 2017 i 1.500 milioni di RMB.

Fonte: Morningstar.com

I margini non sono cresciuti con la stessa intensità nel 2017, anche a causa di un aumento delle spese operative.

Fonte: morningstar.com

In ogni caso YIRendai continua a presentare un business estremamente redditizio con un Net Margin superiore al 25% e un ROE addirittura superiore al 60%!

Fonte: morningstar.com

Recentemente il titolo è stato particolarmente penalizzato in Borsa e rispetto ai massimi di 53,5 $ per azione raggiunti lo scorso Ottobre, ha perso quasi il 40% scendendo al di sotto dei 34$ per azione.

Fonte: morningstar.com

A questi prezzi Yirendai quota a multipli P/E e P/CF veramente contenuti, anche in considerazione del relativo potenziale di crescita.

Quindi … dove sono i rischi?

Quando ci troviamo di fronte ad una azienda che ci sembra estremamente sottovalutata rispetto ai suoi fondamentali dobbiamo sempre chiederci se davvero Mr Market ci sta offrendo un’opportunità o se nel nostro modello di valutazione non stiamo incorporando alcune variabili importanti.

Nel caso di Yirendai, le valutazioni rimangono depresse a causa delle preoccupazioni sulla scarsa trasparenza del mercato dei prestiti P2P in Cina.

Recentemente un articolo del Financial Times  ha evidenziato come il mercato del lending  P2P in Cina è estremante affollato e un numero consistente di player ha dichiarato bancarotta  a partire dal 2011 (più di 3.500 piattaforme!)

Eclatante poi il caso di Ezubao, che di fatto ha truffato circa 900.000 persone per circa 7,6 miliardi di dollari nel più grande progetto Ponzi mai realizzato nel paese.

Fonte: Internet

Per rispondere a questo e altri scandali che hanno gettato non pochi dubbi sull’intero mercato dei prestiti P2P, i regolatori cinesi hanno rafforzato le normative sui prestatori di P2P, limitando i prestiti da un singolo sito a 200.000 yuan ($ 28,800) e limitando i massimi prestiti P2P a 1 milione di yuan a persona.

Ulteriori regolamentazioni sono attese per il futuro secondo il Financial Times; questo ha contribuito a comprimere sensibilmente i prezzi delle azioni delle aziende fintech sul mercato.

Conclusioni

A nostro avviso nei prossimi mesi il settore del lending P2P in Cina sperimenterà una notevole concentrazione a seguito delle strette normative operate dai regolatori. Tuttavia questo potrebbe rivelarsi positivo per i players che riusciranno a rimanere sul mercato.

Da un lato ci saranno meno concorrenti; coloro che riusciranno ad avere dimensioni maggiori potranno contare sul vantaggio competitivo tipico dei platform business (potete leggere qui un interessantissimo articolo di Harvard Business Review sulle caratteristiche di questo tipo di business model).

Inoltre la maggiore trasparenza garantita dalla regolamentazione potrebbe riportare la fiducia su un segmento dalle enormi potenzialità di crescita, se consideriamo le tendenze demografiche e i modelli di consumo della società cinese.

In questo scenario ci pare che Yirendai abbia tutte le caratteristiche per essere uno dei vincitori.

Con un valore aziendale di appena $ 2.0 miliardi e un forte trend di crescita delle vendite e degli utili, Yirendai sembra avere molto spazio di crescita.

Inoltre pare essere tra le aziende che per prime hanno ottenuto licenze ed elementi di compliance verso il nuovo sistema regolatore.

Se da un lato questo comporta maggiori costi per ottenere la compliance con le nuove regole, dall’altro potrebbe garantire un vantaggio competitivo importante per le aziende più virtuose.

In sintesi Yirendai ci sembra un classico esempio di una azienda dal potenziale strepitoso ma dal rischio altrettanto elevato, sia relativo alla scarsa trasparenza del mercato di riferimento sia a possibili condizioni macroeconomiche come una recessione o una stretta creditizia che potrebbero mettere in crisi l’intero sistema.

Alla prossima!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *